routine della nanna nelle feste in famiglia

Routine della nanna nelle feste in famiglia: come organizzarsi?

Le feste in famiglia sono un momento magico, pieno di gioia e condivisioni ma tutto questo quanto influisce sulla routine della nanna dei più piccoli? Tra luci scintillanti, regali da aprire e risate il ritmo quotidiano può subire qualche scossone, specialmente nei bambini. 

Non c’è motivo di allarmarsi! Con alcune semplici ma efficaci accortezze, è possibile gestire il sonno durante le festività e godersi questi momenti magici in totale tranquillità. Vuoi sapere come? Scopriamolo insieme in questo articolo! 

Routine della nanna? Parola d’ordine è flessibilità 

Le festività portano con sé cambiamenti nella routine quotidiana che possono sfidare i ritmi consolidati del sonno dei nostri bambini. Dalle veglie natalizie ai fuochi d’artificio di Capodanno, ogni evento speciale sembra invitare a restare svegli un po’ più a lungo. Quanto adoro la magia di questo periodo dell’anno! Tuttavia, capisco e percepisco le innumerevoli difficoltà in cui si trova un genitore. 

E’ possibile bilanciare lo spirito festivo con la necessità di mantenere una routine di sonno  per i più piccoli? Assolutamente si! La parola d’ordine in queste giornate così particolari è flessibilità.

Non evitate le occasioni felici temendo che possano interferire con il sonno dei vostri piccoli e con la loro routine. La calma e la serenità dei genitori, in realtà, sono fondamentali per aiutare i bambini a riposare bene. Qualche eccezione ogni tanto è positiva per i più piccoli: offre loro l’opportunità di esplorare il mondo, di vivere nuove esperienze e di imparare. 

Prima di darti alcuni consigli su come gestire la routine della nanna nelle feste in famiglia, facciamo un paio di passetti indietro. 

routine della nanna in un momento di gioia condivisa

Eccezioni della nanna? Cosa sono? 

Comprendere il sonno può essere una chiave per interpretare meglio le esigenze dei nostri bambini. Nell’immaginario comune pensiamo che la nanna sia un processo statico, uniforme e rigido.

In realtà, il sonno è dinamico ed è alternato da differenti stadi tra fasi profonde a momenti più leggeri fino ad arrivare al risveglio. Inoltre, il sonno è in continua evoluzione trasformandosi ed adattandosi alle differenti fasi della crescita. 

Le eccezioni nel sonno fanno parte del processo di crescita di ognuno di noi, nessuno escluso. Possono essere micro risvegli dovuti al bisogno di contatto, fame per arrivare a un disturbo del sonno più complesso. 

Le eccezioni preoccupano molto i genitori. Sovente si pensa che possano distruggere la routine della nanna ma voglio rassicurarti che un 30% di eccezione, non inficia la qualità del sonno globale del tuo bambino. 

E’ la routine protratta nel tempo che fa la differenza. Come qualsiasi altra abitudine. Cosa possiamo fare noi genitori di fronte a un evento eccezionale come una serata fuori con gli amici, le feste o le vacanze? 

La prima cosa che mi viene da consigliarti è di cambiare prospettiva. Prova a immaginare una variazione come un momento di esperienza. Un’occasione per costruire nuovi ricordi e soprattutto assimilare nuovi stimoli. 

Inoltre, le eccezioni ci rendono flessibili. La rigidità non sempre è la scelta consigliabile sia perché poco realistica e poi impraticabile. Se non a costo di grandi nervosismi da parte di tutti. E sappiamo benissimo quanto siano in grado di percepire il nostro nervosismo, no?

Se una sera il tuo bambino va a letto più tardi del solito prova a mantenere un atteggiamento calmo. Un’unica serata fuori orario non compromette l’abitudine di sonno del tuo piccolo.

Creare le condizioni per una nanna serena 

Il mondo della nanna è complesso e nel periodo delle feste potrebbe apparire più difficoltoso mantenere la propria routine. Ecco alcune tips che puoi utilizzare sempre:

  • favorisci il sonno diurno in maniera tale che il tuo bimbo non arrivi troppo stanco alla sera;
  • rispetta i suoi orari e le finestre di veglia. Il ritmo circadiano sappiamo essere un orologio biologico interno che non è possibile modificare a nostro piacimento;
  • osserva il tuo piccolo e i suoi segnali di sonno come ad esempio lo sbadiglio, i movimenti del corpo. Questi segnali sapranno dirti quando è necessario fare uno stop.

E non dimenticare l’ambiente. Un luogo tranquillo e una routine familiare di addormentamento possono aiutare il bambino a rilassarsi. 

Metti la routine della nanna in valigia

E se sono in viaggio o ospite da un parente? E’ sempre opportuno creare un’ambiente molto simile a quello di casa con qualche ulteriore accortezza in più. E’ bene non dimenticare di mettere in valigia:

  • un oggetto che odora di mamma e papà (una maglietta, la copertina, il suo pupazzo preferito); 
  • la macchina dei rumori bianchi se il tuo bimbo è abituato ad addormentarsi con il fruscio del vento;
  • swaddle, fascia babywearing o il sacco nanna.

Ridurre i livelli di rumore e di luce nella stanza dove dormirà il bambino è molto importante in modo da creare un’atmosfera tranquilla che ne favorisca il sonno.

Inoltre, se siete fuori casa e siete soliti leggere per esempio una storia al vostro piccolo prima di dormire, non smettere di farlo nel periodo di festa. Questo piccolo momento è un segnale rassicurante per il tuo bambino che lo aiuterà ad affrontare serenamente il momento di addormentarsi. 

Chiedi aiuto! Non sei da sola!

Mi rivolgo a te, mamma! Non sei da sola.

Coinvolgere i parenti, gli amici e tutte le persone che saranno presenti nei giorni di festa in famiglia potrà regalarti un momento di serenità e gioia. Si perché alla fine trasformarsi da mamma a Grinch è veramente un attimo! 

Non abbiate timore di chiedere un aiuto comunicando in maniera chiara e dettagliata le esigenze del vostro bambino. Spiegando le dinamiche della routine e l’importanza di seguire alcuni piccoli accorgimenti, si potrà evitare quegli inutili malintesi che potrebbero inficiare la tranquillità della festa in famiglia. 

E non solo! Sarà un’ottima occasione per stimolare il vostro piccolo nel creare nuovi legami con gli altri membri della famiglia, amici e parenti. 

Incoraggiate la partecipazione di altri membri della famiglia, ogni volta che ne avete l’opportunità! 

…. e dopo le feste? Si torna alla normalità!

Alla fine delle feste e festività è cruciale tornare alla routine della nanna seguendo il proprio ritmo di sonno abituale. 

I bambini, specialmente i più piccoli, traggono sicurezza e comfort dalla prevedibilità, quindi ripristinare rapidamente la routine abituale è fondamentale.

Per facilitare questa transizione, potreste iniziare ricreando un ambiente tranquillo e rilassante prima dell’ora della nanna. Questo potrebbe includere attività calmanti come un bagno tiepido, una storia letta insieme o un po’ di tempo trascorso in una stanza silenziosa e poco illuminata. Queste attività aiutano a segnalare al bambino che è ora di prepararsi al sonno.

È anche importante mantenere costanti gli orari dei sonnellini e dell’ora di andare a letto. Anche se il bambino potrebbe mostrare una certa resistenza iniziale, specialmente dopo un periodo di routine allentata, la coerenza è la chiave per un ritorno graduale ma efficace alla normalità.

Infine, non esitate a chiedere consigli e supporto se necessario. Parlare con una consulente del sonno potrà fornirvi ulteriori suggerimenti e la consulenza DolceNanna è l’occasione adatta per trovare un luogo di confronto che si adatti alle vostre esigenze.

Lascia un commento

Torna in alto