Dormire meglio in gravidanza: 5 tips utili

La gravidanza è un viaggio straordinario e ricco di meraviglie, ma porta con sé anche delle sfide uniche, specialmente quando si tratta di trovare una posizione comoda per dormire.

Se sei una futura mamma probabilmente hai già sperimentato quanto possa essere complicato raggiungere un sonno profondo e ristoratore durante questa fase speciale della vita. 

In questo articolo, voglio offrirti il mio sostegno professionale e la mia esperienza di mamma, condividendo con te consigli utili per migliorare la qualità del tuo riposo notturno. 

Scoprirai che piccoli cambiamenti e accorgimenti possono fare una grande differenza, aiutandoti a dormire meglio e a sentirti più riposata. 

Continua a leggere per scoprire come trasformare le tue notti in un momento di vero relax e benessere. E come dormire meglio in gravidanza.

Dormire meglio in gravidanza? Un riposo essenziale moltiplicato per due

Il sonno in gravidanza non è solo un lusso, ma una necessità fondamentale. È durante queste ore preziose di riposo che il corpo lavora per sostenere la crescita e lo sviluppo del tuo bambino. 

Dormire bene non solo aiuta a regolare le emozioni e a mantenere la salute fisica, ma è anche cruciale per il benessere emotivo. 

In questa fase delicata, il corpo subisce una serie di trasformazioni e cambiamenti ormonali e fisici che possono influire sulla qualità del sonno.

I primi cambiamenti li troviamo negli ormoni della gravidanza che possono alterare significativamente i pattern di sonno. Il progesterone per esempio, seppur essenziale per mantenere una gravidanza sana, può causare sonnolenza diurna, disturbando il ritmo del sonno notturno che apparirà più leggero.

E non solo gli ormoni. Man mano che il bambino cresce, il pancione diventa più grande, rendendo difficile trovare una posizione comoda per dormire (insonnia in gravidanza: il primo trimestre). Questo può causare dolore alla schiena e alle articolazioni, oltre a una maggiore pressione sulla vescica, portando a un bisogno frequente di correre a urinare durante la notte. 

Quando l’ansia fa capolino dormire diventa complicato

Oltre ai cambiamenti fisici, la gravidanza può portare con sé preoccupazioni e ansie legate alla salute del bambino, ai cambiamenti nella vita e all’imminente maternità. 

Vorrei rassicurarti che tutto questo è normale. Questo viaggio può essere un evento inaspettato per alcuni, mentre per altri rappresenta il culmine di un percorso difficile verso la procreazione. Alcune persone possono trovarlo spaventoso, mentre per altre appare del tutto naturale. In ogni caso, ogni esperienza di gravidanza è unica. Proprio come te, mamma!

Per una donna in attesa, la moltitudine di trasformazioni fisiche, psicologiche ed esistenziali che si verificano in un lasso di tempo così breve possono essere travolgenti. Di conseguenza, è normale sentirsi sovraccariche. Pensieri possono rendere difficile rilassarsi e addormentarsi.

Ognuno di questi fattori può influire sulla capacità di una donna incinta di ottenere un sonno profondo e ristoratore. Tuttavia, con le strategie giuste e un’adeguata attenzione ai bisogni del proprio corpo, è possibile gestire questi cambiamenti e migliorare la qualità del sonno. 

Che ne dici? Li vediamo insieme? 

Dormire meglio in gravidanza: 5 tips utili 

Dormire bene nei nove mesi della gravidanza può essere una sfida notevole, data la miriade di ostacoli fisici e psicologici che emergono in questo periodo così particolare per una donna. 

Le future mamme si trovano spesso a dover affrontare molteplici cambiamenti, alcuni di essi possono influenzare profondamente la routine di sonno. 

Ecco cinque consigli pratici per aiutarti a superare le sfide del sonno durante la gravidanza:

  1. La posizione giusta:  esistono varie posizioni raccomandate per dormire durante la gravidanza, e tra queste la più consigliata è quella sdraiata sul lato con le gambe piegate. Il mio suggerimento è preferire sempre il lato sinistro perché favorisce il flusso sanguigno, migliorando l’apporto di ossigeno e nutrienti al feto. Molto utile a mio parere, l’uso di un cuscino per rendere questa posizione più confortevole;
  2. Routine serale rilassante e coerente può segnalare al tuo corpo che è giunto il momento di riposare. Attività rilassanti come un bagno caldo, la lettura o l’ascolto di musica tranquilla possono facilitare il riposo; 
  3. Evitare cibi pesanti, caffeina e grandi quantità di cibo e liquidi prima di coricarsi in quanto possono disturbare il sonno o aumentare la necessità di alzarsi di notte. Per mitigare il bruciore di stomaco che in alcuni casi giunge in gravidanza è consigliabile consumare pasti più leggeri e con meno grassi. Oppure optare per un piccolo pasto prima di coricarsi. Durante il primo trimestre, non è raro che molte donne si svegliano con la sensazione di fame. Tra gli alimenti suggeriti, noci e arachidi sono particolarmente efficaci nel fornire un senso di sazietà prima di andare a letto;
  4. Assicurati che la camera da letto sia tranquilla, buia e fresca. L’uso di tende oscuranti e un termostato regolato possono fare una grande differenza. Evitare inoltre di portare dispositivi tecnologici in camera da letto spegnendo ogni schermo almeno un’ora prima di andare a letto;
  5. Gestione dello stress e dell’ansia attraverso pratiche specifiche per il periodo come lo yoga, la meditazione o la respirazione profonda. Utili per calmare la mente e prepararsi al sonno. 

Ricorda, ogni donna è unica, quindi sperimenta e trova ciò che funziona meglio per te. Il tuo comfort e il tuo benessere sono la priorità. Tuttavia è essenziale rivolgersi al proprio medico  per discutere qualsiasi cambiamento nelle proprie abitudini di sonno, anche quando questi possano apparire trascurabili o di poca importanza.

Quali posizione evitare per dormire meglio in gravidanza? 

In gravidanza, il sonno e le posizioni adottate assumono un’importanza cruciale sia per il benessere della madre che per la sicurezza del feto. Una delle principali preoccupazioni riguarda le posizioni da evitare, in particolare quella supina. 

Studi ostetrici hanno evidenziato che, quando una donna incinta dorme sulla schiena si verificano variazioni nei parametri cardiovascolari materni e nell’ossigenazione del feto. 

La spiegazione di questo fenomeno risiede nel fatto che, in posizione supina, il peso del bambino e dell’utero può comprimere organi e vasi sanguigni, in particolare la vena cava inferiore e l’aorta. Conseguentemente a una riduzione del flusso sanguigno e apporto di ossigeno al feto.  Inoltre, tale posizione può aggravare disturbi respiratori notturni, come russamento, apnee e ipopnee ostruttive del sonno.

E a pancia in giù?  Sebbene questa posizione possa sembrare preoccupante, in realtà non comporta rischi per il bambino, protetto dal liquido amniotico. Tuttavia, con l’avanzare della gravidanza, dormire a pancia in giù diventa sempre più difficile. 

La posizione laterale, in particolare sul lato sinistro, rimane la più consigliata per garantire una buona circolazione sanguigna e un sonno salutare sia per la madre che per il bambino.

Gravidanza e sonno, un legame da nutrire 

In conclusione, affrontare le sfide del sonno durante la gravidanza è un passo importante per assicurarti che tu e il tuo bambino siate il più sani e felici possibile. Ricorda che ogni piccola azione che compi per migliorare la qualità del tuo sonno ha un impatto positivo non solo sul tuo benessere, ma anche su quello del tuo piccolo.

I consigli che abbiamo condiviso qui sono pensati per offrire strumenti pratici e facilmente applicabili ma è molto importante consultare il proprio medico o ginecologo per qualsiasi variazione nelle abitudini del sonno, anche se sembra minima o insignificante.

Se desideri dialogare con esperti e altri genitori, ti invito a unirti alla Community Non solo Nanna, un ambiente virtuale dove troverai comprensione e supporto.

Live mensili, videocorsi, gruppo Telegram e risorse gratuite: Community Non Solo Nanna è il tuo spazio virtuale per affrontare ogni fase della genitorialità con il supporto di esperti e altri genitori. Condividi dubbi, esperienze e consigli, e scopri un mondo di risorse per crescere insieme ai tuoi figli!

Lascia un commento

Torna in alto